Retrospektiva     

Il progetto Montenegro film commission (prima parte)

"Quando un film ha successo, allora si parla di profitto. Quano il successo manca si tratta di arte."
C. Ponti

Mi considero una delle persone che ritengono che l'importanza dell'arte non sia minore se essa contemporaneamente è capace di portare guadagni, non la biasimo di essere troppo commerciale se è capace di mantenersi da sola, mi piace questa sintesi di bello e utile, di artistico e commerciale. Lo strumento che desidero raccomandare al mio paese come contributo allo sviluppo dell'arte audiovisiva sul suo territorio, come struttura che aiuta l'unificazione dell'arte e profitto e come modo per presentare il suo territorio al mondo dell'industria cinematografica è la Film Commission. E' uno strumento che ha già aiutato la rivitalizzazione di cinematografie in molti paesi, necessario all'industria cinematografica nell'era della globalizzazione, uno strumento che aiuta immensamente nel provvedimento alle condizioni per la creazione dell'arte cinematografica. Strumento indispensabile anche per il Montenegro.

Spiegando le modalità di lavoro di una Film Commission e l'importanza e le attività dell'Association of Film Commission International e dell'European Film Commission Network, attraverso le esperienze di Film Commission italiane e dando come esempio la Film Commission Torino Piemonte, ho analizzato inoltre l'influenza che l'industria cinematografica può avere sul turismo. Nella prima parte della tesi ho cercato di fare una sintesi di esperienze che possono essere importanti per l'istituzione della futura Montenegro Film Commission.

Nella seconda parte della tesi, concentrata sulle ragioni e necessità della fondazione della Montenegro Film Commission, ho analizzato i problemi che attualmente affronta la cinematografia montenegrina, focalizzandomi sul periodo più importante della cinematografia jugoslava e sul ruolo della cinematografia montenegrina in quel periodo, spiegando la situazione attuale e il piano iniziale di sviluppo della futura Montenegro Film Commission.

Che cos'è una Film Commission?

La Film Commission rappresenta una forma consolidata dell'intervento dello Stato o di un ente territoriale nel settore della produzione cinematografica e audiovisiva.

La Film Commission è un'organizzazione (associazione) non-profit finanziata da parte delle istituzioni locali. Agisce nell'interesse del proprio paese e viene fondata per aiutare i professionisti che si lavorano nel settore dell'arte audiovisiva.

L'obbiettivo primario della Film Commission è di attirare produzioni estere sul proprio territorio tramite aiuti e sostegni. Per raggiungere questo scopo, la Film Commission si occupa della promozione di propri territori (locations) e di servizi locali. Sono caratterizzate come mezzo per attirare nel proprio settore di competenza un importante numero di produzioni audiovisive (Film, Fiction, TV, spot pubblicitari, spot musicali, documentari) con lo scopo di ottenere o aumentare benefici economici legati al lavoro sul set e attività relative.

La Film Commission nasce come agenzia responsabile per lo sviluppo di attività cinematografiche e audiovisive su un determinato territorio e può svolgere numerosi compiti:

● può promuovere la disponibilità di un territorio (location) per la realizzazione delle riprese

● provvede ad agevolazioni nell'offerta di servizi alle produzioni (fornisce licenze per le riprese gratuitamente o a prezzi ridotti, e anche sconti per alloggi alberghieri e altra logistica)

● promuove e impiega il proprio personale, gruppi e individui che lavorano sul dato territorio.

● tra le mansioni della Film Commission ci può essere l'organizzazione di eventi e di festival, creazione e sostegno di nuove location sul territorio, la ricerca dei partner (co-produttori) e anche il sostegno diretto per la produzione provvedendo alla copertura parziale dei costi per le locations.

● Definita nel linguaggio di marketing territoriale come "Agenzia per attrazione sul territorio di carattere pubblico", la Film Commission è uno strumento per contribuire allo sviluppo del settore audiovisivo al livello materiale e immateriale.

● La Film Commission è uno strumento per la promozione internazionale in eventi nel settore cinematografico come i festival cinematografici (Cannes, Berlino) o mercati per produttori (Location Trade Show, American Film Market

Nel momento in cui una produzione decide di fare le riprese in un territorio specifico, per questo territorio si aprono possibilità importanti in termini di contributo all'economia della propria area. Con l'arrivo dell'equipe cinematografica emergono molte richieste di prodotti (merci e servizi) e così inizia anche il lavoro per molte aziende e individui.

La quantità di varie specie di beni e servizi necessari è enorme. Di solito le produzioni sono soprattutto collegate con il turismo e con servizi alberghieri e di ristorazione (alberghi, ristoranti, compagnie per catering), con le compagnie che si occupano di trasporto interno, ma anche con altri tipi di beni e mestieri affini al mondo audiovisivo. Il personale professionale necessario (location manager, tecnici, autisti, runner, attori, comparse), è alla disposizione delle produzioni estere grazie a una speciale banca dati on-line per contatti che deve avere ogni Film Commission.


Le amministrazioni che promuovono e finanziano delle Film Commissions hanno come scopo principale la produzione di effetti economici e benefici dal territorio governato.

● Nel primo caso, si tratta dell'impatto economico dalle produzioni audiovisive estere, che si manifesta tramite i costi dei beni e servizi locali, e tramite compensi per individui.

● Nel secondo caso, si tratta di benefici economici generati dal turismo incrementato grazie alle produzioni audiovisive per via dell'aumento della fama e dell'attrattività dei territori su cui sono state realizzate le riprese.

● Inoltre, l'aumento delle produzioni audiovisive può favorire lo sviluppo di competenze professionali al livello locale, aumentando così anche il valore del loro lavoro.

Impatto economicoImpatto economico

In alcuni casi, alla Film Commission viene attribuita una funzione sociale legata alla promozione di cultura e della creatività audiovisiva locale, mentre in altri casi la stessa funzione rappresenta l'obiettivo principale della Film Commission, con la quale giustifica la propria esistenza. La decentralizzazione della produzione cinematografica e televisiva favorisce l'esistenza e il lavoro della Film Commission.

● Da un lato la possibilità di contribuire all'economia locale ha stimolare molti paesi, regioni, territori ad avviare le Film Commissions.

● Dall'altro lato i produttori e registi valutano attentamente la gamma di servizi che un dato territorio può offrire tramite la Film Commission.

Per esempio il numero delle produzioni cinematografiche Hollywoodiane girate fuori da Los Angeles negli ultimi anni è notevolmente cresciuto (un fenomeno noto come Runway production). Per un certo numero delle produzioni hollywoodiane, questa scelta è dovuta alla realtà geografica dei territori, per via della decisione di girare alcune scene su location reali, perché una loro eventuale ricostruzione in studio sarebbe troppo complessa, costosa e Impatto economico dal turismo incrementato grazie alle produzioni Impatto economico dallo sviluppo di servizi locali utili al cinema L'impatto economico dale produzioni cinematografiche Film Commission inefficace. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, la produzione decide di realizzare le riprese all'estero per ragioni economiche, per via dei bassi costi della manodopera e di servizi, per gli sgravi fiscali, e per via dei programmi di sostegno economico.

"Il numero delle produzioni americane registrate a Hollywood, parlando in percentuali, è diminuito dal 66% nel 2003 al 31% nel 2008 e parlando in termini di locations, Los Angeles non è più la città preferita dei produttori: il numero di film girati lì è diminuito da 71 nel 1996 a 21 nel 2008, e nel 2009 a soli 8."1

Questi dati hanno spinto il Governo di California ad introdurre misure d'incentivazione per attirare nuove produzioni nel proprio stato, misure che vanno intese come conferma del processo di decentralizzazione della produzione cinematografica e audiovisiva in corso, che crea delle difficolta a Hollywood a beneficio di nuove aree che si occupano della produzione audiovisiva e di nuove location, le quali per tanto tempo erano considerate incapaci di sviluppare l'interesse per il settore audiovisivo (per esempio Chicago, Philadelphia e Austin, negli Usa; e poi Canada , Messico, Australia e paesi di Europa e dell'Est al mercato estero). Tuttavia, bisogna tenere in mente che il fenomeno di RUNWAY PRODUCTIONS non riguarda solo Hollywood, bensì tutte le capitali dell'arte audiovisiva incluse quelle europee. E' importante anche l'influenza che un dato territorio può subire dal turismo. Anche se il cosiddetto Cineturismo o il Film-Induced Turism può essere un fenomeno in genere causale perché l'interesse che gli spettatori hanno sulle visite alla location sulla quale è stato girato un film è imprevedibile, le Film Commissions, esercitando un'influenza su produttori, registi e sceneggiatori di collocare il loro concetto nella loro location, operano coscenti del grande potere che i progetti audiovisivi hanno sulla gamma del marketing turistico.

"La collocazione di un progetto audiovisivo su un determinato territorio può influire sull'arrivo di visitatori che altrimenti non lo visiterebbero neanche, incoraggiare anche altre visite di turisti, che altrimenti riterrebbero che una visita sia sufficiente, incoraggiare il fenomeno di Passaparola ed estendere la stagione turistica in periodi in cui il luogo registrerebbe una scarsa visita" 2

Sostanzialmente, l'associazione che tramite il settore audiovisivo e tutte le attività affini rappresenta la bellezza e la funzionalità di propri territori, rappresenta la cultura del proprio paese e i propri quadri. Il tempo della decentralizzazione le è favorevole, ma le porta anche un'enorme concorrenza e l'obbligo di non perdere nessuna delle possibilità di sviluppo per il proprio territorio.

 _______________
1 Fondazione Ente dello Spettacolo, 2010
2 Francesco Di Cesare – Gloria Rech "Le produzioni cinematografiche, il turismo, il territorio" , Carocci 2007

Previous-Page-Icon   14    Next-Page-Icon